Crisi e lavoro, Malpezzi si aggiorni

consiglio straordinario 28 11 15

Crisi e lavoro, Malpezzi si aggiorni

By

Crisi e lavoro, Malpezzi si aggiorni

Nel corso della seduta straordinaria del Consiglio comunale sul temi del lavoro, tenutasi nella mattinata di sabato 28 novembre, il sindaco Malpezzi ha affermato che a Faenza gli effetti della crisi sono meno gravi rispetto al resto della provincia. A supporto della sua tesi ha citato dati del Censimento 2011, riferiti quindi a più di quattro anni fa. L’ha detto in polemica con i sindacati e, in particolare, con “L’Altra Faenza” che da tempo denuncia l’aggravarsi della situazione e economica e sociale e, quindi, il progressivo impoverimento della città e del suo territorio.
In particolare sul punto cruciale dell’occupazione, i dati forniti da Malpezzi sono vecchi e superati, non rispecchiamo una realtà profondamente mutata.
Ciò che sorprendere e non può essere giustificato è che a oltre otto anni dall’inizio della crisi il sindaco si presenti ad un incontro pubblico – convocato proprio per prendere in esame queste problematiche e decidere il da farsi – dimostrando di non sapere, argomentando debolmente sulla base di numeri e percentuali scaduti e privi di significato.
“L’Altra Faenza” torna per l’ennesima volta a riproporre lo stesso interrogativo: è credibile la dichiarata volontà di intervenire a sostegno di chi ha bisogno – disoccupati, cassintegrati, donne separate con figli a carico, giovani senza prospettive, anziani soli e poveri – se non si conoscono gli effetti gravissimi della crisi?

Faenza, 28 novembre 2015
L’Altra Faenza